Se anche Striscia la notizia si mette a remare contro il fv…

Il celebre tg satirico ha mandato in onda alcuni giorni fa un servizio di quasi quattro minuti con un titolo “Energia: un raggiro alla luce del sole”. Da cui si evince l’intenzione, nemmeno tanto velata, di stroncare il fotovoltaico
 

Striscia la notizia o la disinformazione?
Striscia la notizia o la disinformazione? Il celebre tg satirico ha mandato in onda alcuni giorni fa un servizio di quasi quattro minuti con un titolo “Energia: un raggiro alla luce del sole” e un sottotitolo “Energia pulita, affari sporchi” da cui si evince l’intenzione, a dire il vero nemmeno tanto velata, di stroncare il fotovoltaico. L’obiettivo del servizio è smascherare, con l’ausilio di un sedicente esperto, Massimo Burzi, una presunta truffa – ad opera non si sa di chi perché il servizio non fa nomi – ai danni dei cittadini che, com’è noto, finanziano con le bollette gli incentivi al fv. Siccome, come detto, non si racconta un caso particolare di frode, sul banco degli imputati finisce il fotovoltaico ‘tout court’ e, soprattutto, i piccoli impianti domestici in quanto si presterebbero facilmente a raggiri nei confronti dell’Enel. L’ ‘esperto’ interpellato da Striscia svela infatti un sistema per fare risultare sul contatore più energia di quella effettivamente prodotta dall’impianto: basta immettere della corrente elettrica attraverso un cavo collegato al contatore di produzione dell’impianto dell’Enel. Questo per beneficiare di un importo di incentivi superiore, in quanto in Italia com’è noto viene premiata la produzione di energia pulita. Spiegata la ‘truffa’, arriva la morale: per pochi furbetti, a rimetterci sono sempre i cittadini italiani. 

Comunque, visto che l’intenzione di Striscia la notizia, almeno all’apparenza, è quella di rendere un servizio ai cittadini, per completezza di informazione avrebbe come minimo dovuto ricordare anche quanto previsto dall’Autorità dell’Energia. A incaricarsi della replica è il blog Nuove Tecnologia Energetiche dell’Aspo. Che sottolinea come “la fantomatica truffa non è assolutamente possibile perché una delibera dell’AEEG 88/07, 89/07, 90/07 e succ. modif. prevede che se un impianto produce dal 30% in più di quanto previsto in base alle tabelle UNI 10340 è immediatamente sottoposto a controllo”. E denuncia: “Il personaggio spacciato nel servizio come esperto di energia sarebbe un intimo amico di Antonio Ricci, il creatore del tg satirico.” (f.n.).

FONTE: http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=18401aad90f6fc6b
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...