NAPOLI Quando l’ordine di servizio è arrivato ieri…

NAPOLI – Quando l’ordine di servizio è arrivato ieri sera alle unità operative della polizia municipale, è scattato il tam tam della preoccupazione e della polemica: il piano per proteggere la ztl, che prende il via domani , prevede l’utilizzo di seicento uomini divisi in tre turni, quasi l’ottanta per cento del personale che può svolgere servizio in strada verrà spostato in una piccola fetta di città. E non si tratta di una decisione temporanea: il provvedimento resterà in vigore finché non arriveranno le telecamere a proteggere l’area, se tutto va bene fra un paio di anni.
«Siamo preoccupati perché il personale che verrà dislocato nel centro della città sarà prelevato da altre unità operative, soprattutto da quelle periferiche – dice Luciano Addeo, coordinatore provinciale Cgil per la polizia locale – significa che il resto della città resterà senza presidio e che i servizi abituali saranno cancellati: l’illegalità riprenderà possesso di gran parte del territorio».
Anche Agostino Anselmi, dirigente sindacale della Cisl, punta l’indice contro la ztl: «Mi chiedo se saranno rispettate le norme di tutela nei confronti del personale che lavora in strada. I colleghi coinvolti resteranno per ora in luoghi che diventeranno camere a gas, saranno esposti all’inevitabile ira degli automobilisti. Sono molto preoccupato».
Le stesse preoccupazioni dei sindacalisti si percepiscono all’interno delle varie unità operative che dovranno cedere, fin da stamattina per le prove generali, gran parte del personale all’operazione ztl.
Per adesso le novità sulla viabilità sono due: una corsia preferenziale a piazza Dante e una su via Duomo. Saranno aree inviolabili e iper presidiate «consentiranno agli automobilisti di impossessarsi dei meccanismi di circolazione che saranno utili quando il centro storico verrà completamente blindato a metà ottobre», ha spiegato l’assessore alla viabilità Anna Donati in fase di presentazione. Stamattina ci sarà un nuovo briefing, stavolta operativo, in strada, appuntamento a piazza Dante per spiegare definitivamente i meccanismi che imprigioneranno la città. In pratica chi scenderà dal Vomero e da Capodimonte non potrà più raggiungere via Toledo e la city ma sarà costretto a lunghissimi percorsi alternativi. Identico discorso per chi tenta di affrontare via Duomo e sarà costretto a bloccarsi all’altezza dell’incrocio con via Tribunali. «Prevedo almeno un paio di settimane di caos», disse l’assessore. «Saranno utilizzati circa sessanta vigili», precisò la Donati una settimana fa. Solo che, nel giro di sette giorni il numero dei vigili impegnati è leggermente cresciuto, arrivando a quota seicento.
La polizia municipale non sarà impegnata solo nei pressi delle corsie preferenziali e nelle strade circostanti: i servizi si allungheranno anche a tutte le strade che subiranno le conseguenze del blocco nel cuore della città: così ci sarà presidio anche lungo il corso Vittorio Emanuele, fino al Parco Margherita, gli agenti saranno anche su corso Garibaldi, corso Umberto e rafforzeranno i controlli fino a via Marina dove si prevedono tragiche ripercussioni per l’avvio della ztl previsto per domani mattina.
I seicento vigili impegnati, saranno divisi in tre turni, duecento per ogni blocco, e rappresentano la fetta più grande di personale impegnato. Il corpo della polizia municipale, infatti, è composto da 2.100 addetti: tra questi 588 hanno limitazioni di idoneità, 602 godono in alcuni giorni di particolari benefici concessi dalla legge, 203 sono impegnati in servizi prioritari (piantonamenti, presidi, pronto intervento), fatti due conti restano poco più di settecento vigili per il presidio della città. Se ne vengono strappati seicento ai servizi abituali, rimangono in tutto cento poveri vigili che saranno costretti a gestire, soli, tutto il resto della città: anche se fossero superuomini non potrebbero mai riuscire a tenere a bada Napoli e i napoletani.

fonte:http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=163755&sez=NAPOLI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...