Satellite UARS, i pezzi potrebbero cadere sull'Italia ?

Missioni

Il nostro paese non è certo in un periodo fortunato. L’ultima tegola potrebbe essere il rischio (minimo ma presente) di vederci “precipitare in testa” alcuni vecchi pezzi del satellite UARS (Upper Atmosphere Research Satellite), destinato al rientro nell’atmosfera terrestre domani 23 settembre. Lo scenario è stato descritto da fonti qualificate all’ANSA, mentre in queste ore si stanno delineando nelle simulazioni effettuate dalle agenzie spaziali di tutto il mondo. Che il problema sia relativamente serio lo prova una riunione che il capo del Dipartimento della protezione civile, Franco Gabrielli, ha convocato per oggi d’intesa con l’Asi, l’Agenzia spaziale italianaVediamo di capire quanto è reale il pericolo.


Al momento, spiegano le fonti, non ci sono dati certi ma le simulazioni effettuate dalla NASA darebbero come possibile e probabile che, al momento del rientro del satellite – che entrando nell’atmosfera verrà distrutto dalle alte temperature prodotte dall’attrito – potrebbe vedere “sopravvivere” 26 pezzi di dimensioni maggiori per un peso complessivo di 532 chilogrammi. Frammenti che potrebbero sopravvivere al calore, raggiungere il suolo e cadere in una fascia di 800 chilometri. Tra le traiettorie possibili di caduta, secondo quanto prevedono al momento le simulazioni, viene indicata anche l’Italia. Ma viene ribadito si tratta di simulazioni al computer che dovranno essere confermate, o smentite, dall’analisi dei dati che arriveranno nelle prossime ore.  L’impatto e’ atteso nella serata di domani, ma non e’ ancora possibile stabilire con certezza l’orario. Al momento il vecchio satellite della Nasa per lo studio dell’atmosfera si trova su un’orbita fra 190 e 205 chilometri dalla Terra.


Abbiamo cercato di rispondere in modo schematico alle domande più frequenti sull’argomento giunte in redazione.

Esiste un pericolo reale per le persone?

Esiste nell’ordine di 1 su 3200, che fa scattare l’allerta della Nasa, i cui protocolli stabiliscono che si deve avvertire l’opinione pubblica per probabilità inferiori a 1 su 10.000. Per capirci fare sei al superenalotto è molto più difficile: una possibilità su 620 milioni.

Cosa potrebbe causare un frammento che cadesse in una casa?

Dipende dalle dimensioni e dal peso, ma se fosse superiore ai dieci chili i danni potrebbero essere seri.

Ci sono stati mai incidenti di questo tipo da satelliti dismessi?

No, da quando è cominciata l’era spaziale alla fine degli anni ’50 non si è mai registrato alcun problema a causa del rientro di satelliti o navicelle. Nessuno è mai stato colpito.

Il satellite non poteva fare un rientro controllato più sicuro?

No, l’energia era esaurita, e il satellite veniva tenuto al sicuro dall’orbita terrestre, all’uscita della quale si rende vulnerabile alla gravità.

Si potrebbe distruggere il satellite con dei missili?

Ipotesi da scartare vista l’assoluta impossibilità di avere dati certi. Il satellite sta compiendo una traiettoria molto complessa, a spirale intorno alla Terra, ma e’ continuamente frenato dall’atmosfera, che gli fa spostare di continuo la direzione’. Per questa ragione, ha aggiunto, e’ impossibile prevedere la traiettoria del satellite e calcolare il punto dove avverra’ l’impatto.

fonte:

Annunci

2 thoughts on “Satellite UARS, i pezzi potrebbero cadere sull'Italia ?

  1. non so perchè mi fa ridere, o forse sì: mi ricordo che alcuni anni fa un tale, mi pare in Spagna, stava in auto con il braccio fuori . Ci ha rimesso un dito perchè centrato perfettamente da un frammento di meteorite . Sia chiaro: l’hanno scritto i giornali, io non lo conosco 😉

    • a parte la sfortuna di questo tizio, ma cmq il pezzo di meteorite doveva essere di dimensioni microscopiche, e cmq e falsa come notizia secondo me perchè non avrebbe superato mai e poi mai la nostra atmosfera, anche di parecchio più grande, che se pure fosse avrebbe creato una voragine al posto dell’auto. non credi ? io penso, anzi sono sicurissimo che i media ci raccontano b..le a non finire. ciao e buona giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...