“In reggiseno contro il governo molestatore”

23/04/2012 – Accade in Uganda, dove un’attivista ha denunciato di essere stata palpeggiata dalle forze di regime provocando la protesta

  Share31

L’attivista Ingrid Turinawe palpeggiata dalle forze del regime.

LA DITTATURA – La signora da anni è protagonista  di numerose campagne per i diritti civili, compresa Activists for Change (A4C), un gruppo di pressione che ha provato ad importare nel paese lo spirito delle primavere arabe. Inutilmente, perché il dittatore è ben saldo in sella ed equipaggiato di tutto punto proprio dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna, antico referente coloniale e ancora oggi con due piedi sulla testa del governo.

Guarda le foto della protesta:

L’ARRESTO – Le modalità del suo arresto, peraltro arbitrario e pretestuoso come spesso accade agli oppositori del dittatore, hanno fatto scandalo nel paese, abitato in teoria da buoni cristiani, metà cattolici e metà protestanti. Nel video si vede chiaramente come un poliziotto le palpeggi e strizzi il seno per indurla a scendere dall’auto.

BIGOTTI OMOFOBI- Così buoni che l’omosessualità è considerata un delitto e membri del partito di Museveni hanno anche proposto di punire certe pratiche omosessuali con la pena capitale. Poi la cosa si è saputa in giro e hanno fatto retromarcia non appena negli Stati Uniti hanno alzato la voce.

NORMALE AMMINISTRAZIONE – Ovviamente si tratta di un incidente minore ed è facile immaginare cosa succeda nelle province più remote lontane dalle telecamere, dove il governo ha sicuramente fatto più vittime del famigerato Joseph Kony, che almeno è scappato, mentre Museveni è sempre lì e gli hanno anche dato il ruolo del buono che insieme ad altri dittatori e criminali, e a Washington, spezzerà le reni al mostro Kony.

NON MOLLANO – Per nulla impressionati da quello che si dice all’estero, gli ugandesi e le ugandesi, che sanno con chi hanno a che fare, non si lasciano comunque demotivare, così alle molestie a Turinawe hanno risposto con una manifestazione a reggiseno scoperto, nella quale hanno chiesto la punizione del colpevole. Che il governo a parole è sembrato subito disposto a sacrificare.

fonte:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...