La Francia si prepara ad evacuare i suoi cittadini da Israele.

cid image001 png01CD77E7

di Corrado Belli

Continua da parte dei paesi occidentali il terrore psicologico nei confronti dei loro cittadini e dell’Iran. Non passa giorno in cui si legge sui giornali che Israele con l’appoggio degli USA attaccheranno lo stato iraniano  sempre per  causa della sua Politica nell’andare avanti con il nucleare, tutti sanno che l’Iran non ha intenzione di costruire l’atomica, ma il suo programma nucleare si basa esclusivamente per scopi civili interni.

La notizia di questa decisione che il governo francese ha preso è comparsa sul giornale “La Tribune“, anche se da alcuni mesi la notizia di un imminente attacco da parte di Israele all’Iran era possibile trovarla sui Blog o siti d’informazione alternativa in Internet, pochi dubitavano e dubitano che Israele si sarebbe azzardata a fare un passo del genere, comunque sia la notizia viene presa con cautela anche dal Governo USA dato che tra le file dei militari c’è malcontento, sia tra i militari USA e Israeliani che da anni ribadiscono che l’Iran non ha alcuna intenzione di procurarsi l’atomica, anche se in fin dei conti è un suo diritto dato che ha firmato la convenzione internazionale sul controllo del Nucleare, mentre lo stato di Israele non lo ha firmato e addirittura si rifiuta di far entrare gli ispettori per dei controlli sulla produzione di armi Nucleari.

La diplomazia francese ha da tempo calcolato uno scenario in cui lo stato di Israele potrebbe attaccare l’Iran anche senza il benestare degli USA e quindi ha predisposto un piano per l’evacuazione dei suoi 200.000 cittadini che vivono in Israele, chiedendo al governo israeliano di tenerli informati quando scatterà l’ora X per avere il tempo necessario di portare a termine l’evacuazione, una Task Force ha già preparato lo scenario che potrebbe succedere e individuato i punti strategici da cui evacuare i cittadini francesi in caso di una risposta da parte dell’Iran e naturalmente anche da parte di forze Libanesi (Jerusalem, Tel Aviv, il porto di Ashod nel Sud di Netanya e una spiaggia a nord di Tel Aviv) un posto visitato volentieri da cittadini francesi, i Miliziani di Hizbollah non staranno a guardare e anche loro lanceranno migliaia di missili in direzione Nord-Israele, mentre l’Iran userà i suoi missili a lungo raggio, nulla è da escludere dopo le ultime minacce che Netanjahu e il suo ministro della guerra Barak hanno mandato in direzione del governo iraniano, anche loro dicono chiaramente che ci saranno morti e feriti tra la popolazione civile e militare.

cid image002 jpg01CD77EE

Netanjahu e Barak in posa mafiosa davanti a mezzo militare israeliano distrutto.

Ambedue hanno deciso di attaccare l’Iran ancora prima delle elezioni in America del 4 Novembre, sanno bene che non hanno un completo appoggio da parte del comando generale Israeliano come riportato dal giornale israeliano “Yedioth Ahronoth”, la guerra contro l’Iran è alle porte anche se ciò porta a congelare i buoni rapporti con l’America, i due più letti ed ascoltati commentatori israeliani Nahum Barnea & Shimon Shiffer dicono che Netanjahu e Barak hanno deciso di fare questo passo verso l’inizio dell’autunno, nell’articolo scritto dai due si citano pure alcune frasi dette da Barak in direzione di alcuni alti ufficiali dell’esercito Israeliano che sono contrari alla loro decisione “..coloro che hanno paura di finire davanti a un Tribunale internazionale per crimini di guerra possono esercitare il loro diritto di dimettersi”, continua Barak, nonostante ci sia il pericolo di subire grandi perdite, Israele non verrà distrutta, i costi di questa guerra saranno di 375 Milioni di Dollari giornalieri ma questo non significa che noi non possiamo decidere di attaccare uno stato che è una costante minaccia per l’esistenza di Israele.

Una cosa è chiara, i due Psicopatici vogliono attaccare l’Iran anche senza il consenso degli USA, solo cosi possono trascinare l’America in una guerra contro il loro volere, c’è da considerare che la Cina e la Russia non staranno a guardarsi l’aggressione via TV, i paesi Nato saranno trascinati in un’avventura che costerà loro (noi) pelle e palle, considerando che l’elite ha fallito nel suo intendo in Siria e che la loro fine è più vicina di quanto ci si possa aspettare, cercheranno di fare più danno possibile tra le popolazioni del Medio Oriente e Occidentali, porteranno a termine una sola parte del loro piano di conquista, ma scompariranno definitivamente dopo questa pazzia che Israele si azzarderà a fare, caso contrario c’è da prepararsi a delle sommosse in ogni singolo stato Occidentale e anche in USA, anche questo è stato predisposto da anni, il tutto dovrebbe durare fino al 2018 come hanno calcolato i signori della Guerra, altri 5 anni di distruzione e miseria, morti e disperazione, “1914-1918, 1939-1945, 2012-2018????”.

Adesso sapete dove vanno a finire i soldi che paghiamo in forma di tasse, per finanziare una guerra già persa in partenza nella quale pochi avranno una speranza di sopravvivenza, se andiamo a vedere l’età che hanno coloro che stanno portando i popoli della terra allo sfacelo, ci accorgiamo che ormai sono arrivati non solo quasi alla fine della loro presenza da Bestie sulla terra, ma anche alla totale pazzia sintetica che da decenni si portano addosso con sorrisini e premiazioni, chi sono coloro che dovranno gestire il pianeta dopo di loro?

Belli Corrado

Annunci

2 thoughts on “La Francia si prepara ad evacuare i suoi cittadini da Israele.

    • se non noi…chi altri?, certo…sperando in un risveglio delle coscienze, e quanto prima possibile. ciao e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...